Indirizzo
Via Federico Fellini, 2 – 65010
Spoltore (PE)
+39 085 9116127
Chiamaci quando vuoi
info@coprailab.com
Scrivici in qualsiasi momento

Trasmittanza termica dei serramenti: ISO 10077-2:2017

Home - International - Trasmittanza termica dei serramenti: ISO 10077-2:2017

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_dropcap color=”” boxed=”yes” boxed_radius=”50%” class=”” id=””]E'[/fusion_dropcap] stato presentato ai Fenstertage di Rosenheim uno studio in cui si valutano gli effetti della revisione della norma ISO 10077-2.

Un nuovo metodo di calcolo della trasmittanza termica Uf dei profili per serramenti potrebbe cambiare le regole del mercato delle finestre, delle porte e delle chiusure oscuranti: il metodo della radiosity (radiosità o emissione radiante), inserito nella norma ISO 10077-2:2017.

“Thermal performance of windows, doors and shutters — Calculation of thermal transmittance Numerical method for frames”

La determinazione della trasmittanza termica Uf dei profili e quindi del valore Uw dei serramenti è un argomento di notevole interesse fisico, tecnologico e di mercato. Dietro un valore Uf ci sono anni di ricerche e di studi, investimenti notevoli ma anche perdite di mercato, come si è verificato nel caso dei serramenti in alluminio con l’arrivo delle legislazioni energetiche (in Italia, dei valori Uw ancora più bassi per quanto riguarda le sostituzioni di finestre per l’ecobonus).

Quali conseguenze ha la norma ISO 10077-1:2017 per i valori Uf dei profili nei vari materiali?

Dalla relazione presentata da Manuel Demel del Laboratorio di fisica edilizia di ift, schematizzando al massimo e indicando con Delta Uf, ΔUf, la differenza di risultato utilizzando le due versioni della 10077-2 del 2017 e quella del 2012, si evince che:

Impatto nullo o buono

1- profili in legno per finestre: ΔUf = -0,01 W/m2K (risultato sostanzialmente invariato)

2- profili in legno e alluminio: ΔUf = -0,15 W/m2K (risultato sostanzialmente buono)

3- profili in pvc: ΔUf = -0,05 W/m2K (impatto trascurabile)

4- profili metallici con taglio termico: ΔUf = da -0,1 fino a -0,3 W/m2K (risultato buono)

5- profili di montanti e traversi: ΔUf= -0,25 W/m2K (risultato buono)

6- cassonetto di tapparella (non ventilato): ΔUf = +/-0,05 W7m2K (risultato sostanzialmente invariato)

Impatto negativo

7- profili di montanti e traversi (non meglio precisati): ΔUf = +0,15 W/m2K (risultato non buono)

8- profili per finestre da tetto: ΔUf = +0,1 W/m2K (risultato non buono)

9- profili legno/metallo con LBH: ΔUf = +0,25 W/m2K (risultato non buono)

10- soglia senza guarnizione: ΔUf = +0,3 W/m2K (risultato non buono)

11- cassonetto (camera leggermente ventilata): ΔUf = +0,25 W/m2K (risultato non buono)

In attesa dello studio ufficiale di ift, possiamo constatare che tra tutti i dati il miglior risultato dei profili metallici, alluminio in particolare, anche se si sottolinea che l’Uw di un serramento in alluminio migliora di solo un 0,1 W/m2K.

In conclusione, il mondo del serramento in alluminio può tirare un sospiro di sollievo in vista di possibili discese dei valori Uw per ottenere l’ecobonus delle finestre e delle porte esterne.[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]